lunedì, ottobre 12, 2009

Le mie coliche renali

Finchè non pisci il maledetto calcolo o finchè questo non si sistema in modo da non darti più fastidio, il problema rimane. Soffro di coliche renali da ormai 10 anni. La prima mi colpì all'inizio del 1999 e mi portò pure in ospedale. L'ultima la sto scontando in queste ore. Finora, in 10 anni, ne ho avute sei, di cui tre particolarmente dolorose, come quest'ultima. E di calcoli espulsi ne ho collezionato 3. Da un punto di vista geologico ha un certo fascino.
Grazie alla mia meravigliosa esperienza sulle coliche renali, pubblico una serie di osservazioni che magari possano essere utili a chi si affaccia per la prima volta in questo suggestivo mondo:
1) La colica renale fa un male boia. Se non la provate non potete capire. Arrivi a desiderare che qualcuno ti spari in testa, pur di far smettere il dolore;
2) La prima che vi arriva vi spaventerà molto. Crederete di morire. Ma non si muore. Ci possono essere delle complicazioni, ma non si muore. Anche perchè correrete senz'altro al Pronto Soccorso dove vi tranquillizzeranno mentre vi spareranno in vena un analgesico potente. Dalla seconda in poi, conoscerete la bestia e non vi spaventerete più;
3) Durante una colica, vomiterete. Tanto. Sono gli spasmi che non vi daranno tregua. Non spaventatevi, quindi. E' normale vomitare tutto e poi continuare ad avere i conati anche se il vostro stomaco è ormai vuoto;
4) La colica non passa facilmente da sola. Finchè il calcolo non esce (se esce) o non si stabilizza, continuerà a tormentarvi con ripetuti episodi. Bisogna bloccare il dolore con gli analgesici. Il più usato, come primo intervento in ospedale, è il Tora-Dol. Funziona molto bene e vi farà sentire rinati;
5) Vi diranno di bere tanto per facilitare la diuresi (dovrete pisciare fiumi, in altre parole) e agevolare l'espulsione del calcolo, nonchè tenere ben pulita la vostra vescica. Bevete quindi 2-3 litri al dì o più. E bevete l'acqua che volete, anche quella del rubinetto. Non serve spendere patrimoni per la Fiuggi. L'importante è pisciare;
6) Se vi capitano altri episodi ad alta intensità, usate le iniezioni di Tora-Dol o affini. Per dolori medi, vanno benissimo le pasticche di Buscopan che hanno il vantaggio di poter essere assunte per bocca, senza il bisogno di qualcuno che vi faccia la puntura;
7) Quando avete una colica, NON BEVETE. Peggiorerete la situazione, aumenterete la nausea, affaticherete il sistema urinario già in crisi e sentirete più male. BEVETE SOLO QUANDO NON AVETE DOLORE, quindi quando non c'è una colica in atto;
8) Il medico potrebbe consigliarvi anche un antibiotico nel caso vi venga la febbre. Ha ragione: significa che il calcolo sta portando un'infezione che dovete tenere a bada. Prendete anche l'antibiotico;
9) Vi consiglieranno la famosa Soluzione Schoum, un beverone giallo a base di erbe del quale si narrano prodigi. E' un buon coadiuvante, però non mi ha mai convinto. Però bevetelo, male non fa;
10) A me giova fare un bagno caldo (molto caldo) in vasca. Riempitela in maniera tale da tenere reni e vescica immersi e rilassatevi. Vi garantisco che vi passerà di molto il dolore. Inoltre, pare che questo agevoli l'espulsione grazie al rilassamento dei tessuti indotto dall'acqua calda. Io, ad esempio, quattro anni fa ho espulso un piccolo calcolo con questo metodo. Se non avete la vasca ma la doccia, sono cavoli vostri;
11) Dicono che faccia bene un decotto di "barbe" essiccate del granoturco. Aiutano la diuresi e calmano il dolore. Le trovate, credo, in erboristeria. Mai provate, ma non escludo;
12) Non ho mai capito quando dicono di fare la pipì in un vaso e/o di filtrarla per vedere se c'è il calcolo. Per mia esperienza, non serve. Ovviamente parlo come maschietto. Vi posso assicurare che sentirete in maniera inequivocabile quando il calcolo uscirà con la vostra urina. Basta che ogni uomo immagini che dal suo prezioso attrezzo passi, oltre alla pipì, un sassolino. Pensate di non sentirlo? Lo sentirete, infatti. Sentirete quando entrerà nella vescica: è come se qualcuno ci imbustasse dentro qualcosa. In quel momento, inoltre, avrete un sollievo enorme. Vi suoneranno le campane del paradiso. Infatti, all'arrivo in vescica, il pericolo di colica è superato;
13) Quando il calcolo è nella vescica, arriva la parte divertente. Bisogna pisciarlo. Bevete un litro e mezzo di acqua e aspettate. Quando lo stimolo sarà enorme, andate al wc. Lentamente, sentirete che il calcolo lascia la vescica ed entra nell'attrezzo. Farà effetto di canna strozzata, per qualche istante. Ma la pressione dovrebbe vincere e, in un agghiacciante spruzzo di urina finale, il calcolo verrà sparato fuori. La direzione che prenderà non sarà necessariamente quella del fondo del wc. Potreste doverlo raccogliere dietro la lavatrice. Cosa non troppo grave. Siccome non resisterete all'idea di prendere tra le dita quel maledetto coso che vi ha fatto impazzire di dolore, meglio che non vada dentro il wc. Perchè in quel caso, non potrete tirare lo sciaquone per raccoglierlo e vi lascio immaginare;
14) Quando avrete il calcolo con voi (spesso sono di ossalato di calcio) e quel male sarà diventato solo un bruciore tollerabile alle parti molli e un indolenzimento positivo, vivrete un'esperienza quasi materna. Sapendo che l'orrore è finito, proverete una gioia immane, girerete per la casa con questa minuscola pepita mostrandola a tutti quelli che vi capiteranno a tiro, che ne rimarranno inorriditi. Avrete le lacrime agli occhi dalla felicità e sarete certi che quest'esperienza sarà una di quelle che racconterete ai vostri nipoti.
Spero che queste cose possano esservi utili.

51 commenti:

Anonimo ha detto...

ho provato le mie prime coliche DOPO il bombardamento.. le iniezioni di voltaren danno circa 10 ore di autonomia, poi ci risiamo daccapo..non vedo l'ora che tutto sia un ricordo

Anonimo ha detto...

Soffro di calcoli da 6 anni e come dici tu: chi non ha mai avuto una colica non può sapere cosa si prova.
Il mio problema è che in 6 anni non ne ho mai espulso nessuno e almeno una volta al mese mi si presenta un dolore al quanto forte al fianco...
Spero che presto finisca questa tortura...

paolo ha detto...

Anche io soffro di coliche causate da granellini di ossalato dicalcio (bevendo oltre 2 litri di acqua al giorno mi evito calcoli grossi )da anni con diversi episodi l'anno. Devo dire che sono riuscito a ridurne i casi da 4 o 5 all'anno a 2 con l'abitudine dibere succo di limone la mattina.Per il resto ho sempre a portata di mano al primo sintomo dicloreum o diclofenac eciproxin per l'eventuale cistite. Confermo il bagno caldo, ma unche la borsa dell'acqua calcalda. Per quanto mi riguarda io continuo a bere anche durante al dolore anche se apiccoli sorsi per non forzare il rene, ma magari per la renella è diverso.

Anonimo ha detto...

Bellissimo!!! Io la colica l'ho avuta qualche giorno fa e ora sono nela fase del bere e fare pipì!

Anonimo ha detto...

complimenti per questa guida, stupenda!
io ho 3 coliche renali alquanto brutto , solo in un caso ho pisciato il calcolo.
ma ora sono 4 giorni, che ho coliche ricorrenti che non passano, il dolore lo tengo sotto controllo con toradoll , dall'ecografia non si vede il calcolo nel rene molto probabilmente è nell'uretrene...

Anonimo ha detto...

Io ho un problemino sono stata al pronto socorso mi hanno fatto gli analisi e volevano anche farmi visitare dal ginecologo ma io non volevo che mi vergognavo...poi mi hanno mandato acasa e ieri sera ho provato dolore forte sotto la pancia a destra so ritornata al ospedale ma mi ha detto che ho una colica renale di bere molta acqua...ma io ho paura perché mi sta uscendo sangue quando faccio pipi e mi fa male sotto la pancia a destra e non so che fare e il perché...per caso c.e qualcuno che mo può tranquillizzare che sa che cos e? Grazie

marilena ha detto...

marilena ha detto...
sto provando le mie prime coliche ora è da martedi che è partita la prima al pronto soccordso mi hanno dovuto fare oltre al toradol anche una morfina credevo di impazzire e ovviamente m i hanno detto di bere moltissima acqua; ho sentito al telefono un urologo il quale mi ha chiesto chi mi avesse detto di bere e vi dico che non è così se le coliche non sono passate occorre bere solo in caso di bisogno per reintegrare i liquidi altrimenti le coliche continueranno e peggioreranno.... non conosco ancora la motivazione ma appena avrò fatto la visita vi aggiornerò sui motivi

Anonimo ha detto...

Anche io del gruppo, da circa quattro mesi, con 4-5 episodi finora di cui un paio con dolori violentissimi e tanto vomito. Acqua a volontà quando non ho coliche, omnic la sera (con qualche strano ma innocuo effetto collaterale), e la speranza che quanto prima i sassetti trovino la strada del wc.

Anonimo ha detto...

è la seconda esperienza in 7 anni,con l'unica differenza che adesso di pietruzze ne ho 2...la prima è molto vicino alla vescica,quindi sto sempre con la speranza che da un momento all'altro venga fuori..il dolore è stato devastante,pensando poi...che mi ha colto in piena notte durante sonno pieno..beh si..arrivi un pochino ino ino a pensare al suicidio in quegli istanti..

adriano ha detto...

ciao molto interessante la descrizione e i consigli , ovviamente io sono qua come tutti con la speranza di avere notizie incoraggianti, prima colica sabato sera di corsa al pronto soccorso un male pazzesco al punto che dopo il torodal l'ospedale pieno di gente su barelle e affollato mi sembrava un paradiso, ora omnic e litri d'acqua in attesa del sassolino

Anonimo ha detto...

Salve anche io sto soffrendo di coliche ho un sassolino di 6mm in vescica e continua a farmi male e normale aiutatemi

Anonimo ha detto...

Quanto tempo ci vorrà per cacciarlo sono già 5 giorni che sta in vescica e fa un male da morire

Anonimo ha detto...

Anche io soffro di coliche da anni.
Ultimamente ho scoperto il tamsulosin e c'e' statabla svolta.
Il tamsulosin dilata gli ureteri e rilassa la vescica, in modo tale mitiga il dolore ma soprsttutto accelera di parecchio i tempi di fuoriuscita del calcolo...

Anonimo ha detto...

Salve sono vorrei un consiglio il calcolo di 6 mm sta nell '
uretere e sono gia' una settimana che nn esce ho un po di dilatazione al rene devo preoccuparmi? Il dott dice che uscirà da solo che posso fare ho una paura , aiutatemi grazie

Anonimo ha detto...

Ma è normale aver espulso il calcolo e avere ancora dolore nevralgico al fianco all'addome e all'inguine?...non ne posso più!

Anonimo ha detto...

Io ho preso phillantus niruri pastiglie in farmacia omeopatica...sciolto uno do 2 mm

kewin casiraghi ha detto...

Ci sono anch'io!
Aspettatemi!
Io soffro di renelle (ossalato di calcio) ormai da più
Di 15 anni;
Ultimamente si fanno vivi più' spesso ed è' una settimana
Che faccio coliche renali;
A febbraio ho l'ecografia come ogni anno per controllo
Negli anni scorsi sono riuscito ad espellerli al pronto soccorso con flebo ( ne ho urinati più' di sette)
Invece adesso non riesco ad espellerli l'unico sollievo
Sono le punture di voltaren

kris ha detto...

Una dottoressa durante una colica mi ha consigliato di saltellare per aiutare il calcolo a scendere più velocemente (l'avrei uccisa) può essere vero?

nadia gelpi ha detto...

E' bello non essere soli... io faccio una colica all'anno causa renella, in quei giorni medito di cadere nella dipendenza da Voltaren (che bello quando entra in circolo). Il problema vero è il malessere generale che mi accompagna a volte prima e spesso dopo la colica, anche per mesi, nonostante io stia attenta a cosa mangio, quanto bevo, vestirmi bene per non soffrire troppo freddo / troppo caldo, ecc ecc. Dolori al fianco e all'inguine...

fate zuccherine ha detto...

Fatte due coliche in una settimana renella e cistite ho ancora qualche fitta al fianco sono imbottita di Artrosilene ho paura che mi tornino i dolori forti! Sono sfinita

elena ha detto...

ma quanto ci vuole ad espellere questa cavolo di renella? ne ho fatta un po' ma il dolore al fianco mi perseguita soprattutto la sera. sono imbottita di farmaci. qualcuno mi può aiutare? omnic e acqua. quanto devo aspettare???

Anonimo ha detto...

Il mio ragazzo ha avuto un forte attacco e sta riuscendo a riposare solo ora. Gli ho messo una specie di borsa dell'acqua calda...pare si sia calmato...Non so che altro fare se non cercare rimedi su internet a quest'ora. Il cagnetto gli fa da riscaldino...Speriamo sia passata. Grazie per questo post.

Sephora ha detto...

Anche io sono in una colica da mercoledì,con punto soccorso imbottita di medicine,antibiotico e acqua a gogo.A ultima vistita a urologo di giovedì era nella vescica ha 6.4 mm ma non vuole uscire...sabato un altra colica....oggi che è lunedì sento un forte bruciore anche quando non faccio la pipì.Sono andata dall dottore mi ha detto da bere succo di mirtilli e aqua con limone.Mangio pochissimo ,ho la bocca tutta impastata senza appetito.Non ce l'ha faccio più.Spero che esca !!!

Oshun ha detto...

5 giorni soffrendo, penso che il maledetto sasso si é intrappolato,mi fa male!

Oshun ha detto...

5 giorni soffrendo, penso che il maledetto sasso si é intrappolato,mi fa male!

Giada Chiappa ha detto...

Io pure....ma io ho fatto sei giorni filati di dolore tutto il santo giorno e notte tanto da star tutto il giorno sul divano.
Ora ho finalmente i dolore è meno eppure ho ancora forte nausea? Sarà la posizione del calcolo???

depuratori acqua ha detto...

I calcoli sono veramente brutti, ho fatto installare un depuratore d'acqua in casa per bere acqua più leggera...

FILOMENA RAMUNDO ha detto...

Ho Ho avuto la mia prima colica a maggio scoprendo di averne due.....fatta terapia antibiotica senza altre coliche e bevendo a go go....ad agosto ho fatto il controllo con mezzo di contrasto ed erano spariti. Oggi ho una cistite da matti e inizia a farmi male il rene e la pancia.....possibile che si sono riformati??? Non ce la posso fare.....

Emanuele Ermejo De Roma ha detto...

Io avevo???? Un calcolo nell uretere visto al prontosoccorso tramite ecografia poi mi dicono di fare una tac con mezzo di contrasto prima di mettermi in lista la faccio e il calcolo non si vede piu io non mi sono accorto che è uscito ma il dolore e il sangue dell urina resta....non ho la colica ma secondo me mi ha graffiato vediamo un po domani vado dall urologo

Emanuele Ermejo De Roma ha detto...

L effetto collaterale dopo quanto è rientrato dalla fine di omnic????

Emanuele Ermejo De Roma ha detto...

L effetto collaterale dopo quanto è rientrato dalla fine di omnic????

Anonimo ha detto...

Ieri sera(alle 20 circa) prima colica renale, chiamata la guardia medica mi ha dato voltaren in puntura(fatta alle 22) e un'altra cosa che non mi ricordo(puntura alle 23.30), il dolore non è sparito si è appena attenuato. Ora ricomincia il dolore,sto bevendo poco perché proprio non ce la faccio. Alle 7.30 dovrei essere a lavorare (faccio la giardiniera; no, non quella sott'olio,curo i giardini!), dovrei chiamare nuovamente la guardia medica x restare a casa oppure stringo i denti e vado a lavorare?

Anonimo ha detto...

La mia avventura e' iniziata martedi, e da quanto sto sentendo non e' per nienye facile eliminarlo, 2 giorni fa ho fatto il bombardamento e dopo 1 ora che l ho fatto sono arrivata a casa e pensavo di morire, il dottore ha detto che lo deve fare, ma speriamo di farlo qiesto sassolino

Cinzia ha detto...

Pisciare?ma che modo è di esprimersi?ma che zozza/o!

Pino ha detto...

Che vi devo dire, che non abbiate già detto.
Faccio parte del gruppo già da 5 anni. E anche per me la prima volta è stata bestiale, non capivo nulla di quello che mi stava accadendo. Dopo è diventata routine.
In alcuni casi, riesco a prevenirli, ( la sensazione di vomito mi avvisa, prima dell'arrivo del dolore ) quando non ci riesco, lancio tante di quelle imprecazioni.
Ben 3 sassolini mi han trovato potevo quasi mettere su una bancarella :)
Il primo di 9 mm nell'uretere, vi posso garantire, una vera " goduria " quando è uscito. Anche a me l'urologo aveva detto di non bere molto perchè la pressione avrebbe aumentato il dolore. Gli altri 2 calcoli( 5mm e 4 mm ) li porto ancora con me, non mi vogliono lasciare.
Spero che non siano così perfidi da decidere di ingrossarsi prima di uscire.
Oltre ai vari antidolorifici, attualmente uso Rilaten che qualche sollievo me lo da.
Ragazzi, come si dice, auguri e sassolini maschi. A presto.

Giada Chiappa ha detto...

Scusa ma funziona anche per calcoli un pochino piu grossi?

Anonimo ha detto...

Mi chiamo Paolo, non so a quanto risalga questo post ma scrivo lo stesso poichè ho appena evacuato un sassolino, il terzo da qui a 3 anni. Ma il bello è che contrariamente alle prime 2 esperienze durate esattamente una settimana prima di sputarlo con coliche da primati mondiali, oggi verso le 13, dopo mangiato ho iniziato a sentire i soliti sintomi, voglia di andare in bagno, male vicino al testicolo destro e poco a poco male da colica ma non lancinante come le altre volte. Tristissimo ho pensato, eccoci n'ata vota! Mi preparavo già a fare la maratona per la casa come ho fatto le precedenti volte, stare fermo non è possibile, ma il male questa volta non mi divorava e neanche i conati mi sono venuti, era un male intermedio, non potevo fare nulla se non tenermelo ma nemmeno fare i carpiati convessi come le altre volte per avere un millimetro di abbassamento del male. Ero in camera, in piedi, ad un certo punto ho sentito come qualcosa strizzarsi dentro e il male magicamente è scomparso. Sono rimasto di stucco, come mai dopo solo 1 ora e mezza? Ovviamente quell'istante è stato tipo visione mistica fantozziana con estasi incorporata, però ovviamente pensavo fosse solo per poco, pensavo che di lì a poco il bastardo avrebbe ancora chiuso i miei tessuti molli nelle sue taglientissime lame. Scendo quindi quatto quatto al primo piano dove ho l'ufficio per sbrigare due cose che comunque mi hanno tenuto seduto un'oretta ed ho iniziato a sentire lo stimolo di urinare. ho pensato eccolo che torna ma per fortuna è rimasto solo uno stimolo. Mi sono quindi alzato e recato al bagno per la minzione e... sorpresa delle sorprese... flushhh eccolo lì, è uscito! Cavolo dopo 2 ore da quando mi è iniziata la colica? Ancora non ci sto credendo... Ovviamente questa sera mega grigliata con fiumi di birra, bibite gasate e amenità varie per festeggiare!! (scherzo ovviamente!)

Anonimo ha detto...

Sono ancora Paolo, dimenticavo. Un consiglio che mi sento anche io di darvi è di non bere come oche come dicono tutti, in quanto durante la mia seconda esperienza ho capito che dopo mangiato o dopo bevuto, circa mezz'oretta dopo si mette in moto la digestione e i reni si riempiono aumentando la pressione, causa del dolore. Se c'è il calcolo e si beve tanto la pressione ti aumenta esponenzialmente il male. Come ho detto prima mi è durato 7 giorni prima di espellerlo e il 3° giorno alla sera ho bevuto quasi 2 litri di acqua in un fiato su consiglio di mia moglie (consiglio per non dire obbligo). dopo mezz'ora avevo i lacrimoni e pensavo di morire, mai provato un tal dolore. Il giorno dopo ho detto basta col bere ed è stato lì che mi sono reso conto di questa meccanismo e dopo quindi ho bevuto veramente poco, meglio disidratati ma con un po' meno dolore! (ovviamente non bisogna esagerare poichè si rischia, bere un po' ma bisogna). Il calcolo l'ho espulso lo stesso dopo 4 giorni esattamente come la prima volta in cui ancora non sapendo di questa cosa bevevo molta acqua ma con il dolore che non è più arrivato al livello triplo diamante!

Unknown ha detto...

Anche io coliche un mese fa per un calcoletto nel rene dx ira da 10giirni bruciore dopo minzione e fastidio al canale che va dall' anno ai testicoli e nonostante gli antibiotici non passa

Dr Rex ha detto...

Ciao,

Siamo qui ancora una volta per acquistare il rene per i nostri pazienti e hanno accettato di pagare una buona somma di denaro a tutti coloro che vogliono donare un rene per risparmarli e quindi Se sei interessato ad essere un donatore o se vuoi salvare una vita, Si prega di scrivere via e-mail qui sotto.

Questa è un'occasione per voi di essere ricchi bene, assicuriamo e ti garantiamo una transazione sicura al 100% con noi, tutto sarà fatto in base ai dottori renali di guilding di legge.
Quindi non perdere più tempo, gentilmente scrivici su irruaspecialisthospital20@gmail.com

Ospedale di insegnamento specializzato di Irrua.

Anonimo ha detto...

Somo un produtore di bestie frastragliate - da 10 gg. Sono a dolori da tutte le parti del basso ventre,per produrre l'enesimo vigliaco . Vi giuro come esce li faro un processo e lp condannero' a tornare polvere perche lo schiccio nella morsa in officina.........

Anonimo ha detto...

Ciao anch'io soffro di calcoli prima colica domenica scorsa...ho un paio di domande da fare: come fate a sentire il calcolo in vescica? E quanto tempo ci vuole x farlo uscire? Io ne ho uno di 8 ,mm nn ho colica da giovedì ma continuo a bere ed urinare...possibile che è uscito e nn l ho sentito? Per me è tutto molto strano....oggi è lunedì quindi sono dei vostri da una settimana.... aiutatemi iiiiiii

Anonimo ha detto...

Operato .tolti 3 calcoli di 8 11 e 28mm ora sto indolenzito da matti, non faccio altro che bere...non c'è più nulla, forse tanta renella causa rottura totale dei calcoli, mi consigliano oltre a bere tanto...( prima non bevevo acqua, molto poca) , di bere succhi di limone al mattino sarà vero?????datemi conferma . Lazio52@libero.it

Anonimo ha detto...

Regà, ma qualcuno mi dice come si capisce se si è messo in posizione per uscire? Che si sente? Quali sono i dolori? Al mio ragazzo hanno consigliato di prendere l'omnic quando la bestia sta per uscire...ma come si capisce?!

mauro ha detto...

Io ho avuto una colica due gg fa ma ho ancora un dolore al fianco che non passa da due gg é normale che il dolore persista cosi tanto?

Antonino Ferrara ha detto...

antonino ho un dolore fortissimo da 5 giorninon passa gli antidolorifici tamponano x qualxhe ora e poi ci risiamo . sto facendo tetapia antibiotica piu terapia conl'omnic ma che serve !il medico mi ha detto che lominic lo spelma non esce fa retrogarda boooo

Unknown ha detto...

Ho un calcolo al rene sinistro, sono stato varie volte al pronto soccorso per il dolore forte che mi provocava. Ora non ho più dolore al fianco ma solo un dolore forte alla pancia secondo voi perché? Vi è successo?

Anonimo ha detto...

Reduce da coliche ripetute dagli inizi di gennaio per un calcolo di 9 mm posizionato alla fine dell'uretere con importante dilatazione del calice renale, sono stata sottoposta a bombardamento la scorsa settimana ma ancora non è uscito nulla.. l'unico fatto positivo che non ho più coliche ... aspetto ulteriore controllo per vedere che sta succedendo. sono terribili... datemi qualche suggerimento...
anna

Luciano Melloni ha detto...

Sono dei vostri . Venerdi' e sabato coliche ripetute tremende con morfina . Da 4 giorni sto bene anche se ogni tanto ho nausea e nessun dolore , IL calcolo sembra essere di 4 mm.La domanda /speranza e' : puo' essere che se ne stia definitivamente da qualche parte e non dia piu' fastidio per l'eternita' ?? E' proprio necessario che venga espulso ?? Oltretutto io soffro di IPB e la spinta alla minzione è ridotta .A fine mese faro' un viaggio all'estero in Romania
, ho un po' paura . Se mi si pianta una colica che faccio ?

Anonimo ha detto...

E te ti fai problemi per un modo di parlare? Qui la gente parla di sofferenza pura, io ho il marito che ne soffre e a volte sviene dal dolore, e tu ti preoccupi che qualcuno dice pisciare???

Anonimo ha detto...

Io fossi in lei mi porto tutti i documenti, l'antibiotico e il toradol. Mi creda faccia di tutto per non finire in un ospedale romeno. Auguri